Il resto

Nei primi spettacoli le scenografie sono state sempre realizzate con un semplice sfondo dipinto e qualche elemento a corredo.
Da quando la progettazione delle scene è curata dal duo Cristina Giurissich – Raffaello Colosimo, queste hanno assunto una veste più architettonica e tridimensionale: i “periatti” (prismi rotanti a base triangolare) in “Ti ha piaciato?” , le quinte basculanti di “King, Soldatino e D’artagnan”, un enorme baule dell’attore in “A me gli occhi, Gigi”, elementi mobili e trasformabili in “Si può fare!!!”, oggetti quotidiani trasfigurati che diventano scenografia in “Branca Branca Branca!”, portali monumentali e sculture in “Me pari tu’ zio!”.
Per l’ultima fatica “I romani sono Belli” per la prima volta si sono utilizzate retroproiezioni e scene in trasparenza.

I costumi sono curati da Cristina Giurissich e Marzia Esposito.

La grafica e il sito web sono curati da Raffaello Colosimo. Le pitture artistiche sono state realizzate da Dea Remedio.

I suoni e le musiche sono scelte e realizzate da Raffaello Colosimo e Filippo Braucci. Hanno contribuito anche Danilo Leo come compositore e il Maestro Roberto Chioccia come esecutore di numerosi brani.

Le luci e l’audio sono state curati da molte persone, sarebbe impossibile elencarli tutti. Un grazie di cuore per il loro prezioso lavoro.